“Crea la tua Rendita Agricola”

Microgreens: cosa sono e come coltivarli in casa

Piccolissimi, potentissimi e ancora poco conosciuti: parliamo dei microgreens o anche conosciuti come micro ortaggi!

Sono a tutti gli effetti le foglioline appena nate degli ortaggi che tutti noi conosciamo, semplicemente raccolte allo stadio prematuro e non fatte arrivare alla fase “adulta”. 

Sono dei veri SUPERFOOD sempre più amati e desiderati da chef stellati e cucine di lusso, ma a poco a poco stanno prendendo piede anche nelle nostre case. 

Senza paura di smentita, saranno protagonisti indiscussi della nostra dieta di domani e sappi che già detengono il titolo di cibo del futuro. 

Quindi fai bene a documentarti e pensare di coltivarli; per te stesso o per crearne un business.

Scopriamo tutto il loro mondo in questo articolo!

Microgreens: il superfood del futuro che devi coltivare

Ma cos’hanno di così speciale questi microgreens? 

Ti diciamo solo che una piantina di un micro ortaggio ha concentrazione nutrizionale 40 volte superiore al suo corrispettivo maturo. 

In poche parole potresti nutrirti di poche foglioline di microgreens al giorno e avere i benefici di chili e chili di verdura.

Già da qui dovresti iniziare ad intuire la potenza che questi ortaggi acquisteranno nei gli stili di vita odierni; frenetici, green e salutisti.

In America, sono un vero e proprio trend in ascesa. Parliamo di un mercato globale che ha raggiunto i 1,7 miliardi di dollari nel 2022 e si prevede che raggiungerà 4,5 miliardi di dollari entro il 2030.

In Italia invece, siamo dei passi indietro, ma questo vuol dire solo una cosa…

Possibilità facili di entrare in questo mercato e piazzarsi come autorità nel settore, senza troppi sforzi. 

Ma ancora non ti abbiamo parlato della cosa più impattante di questa coltivazione.

Anche chi NON ha un terreno o spazio esterno può realizzare il proprio sogno agricolo. 

Sono l’unica coltivazione al mondo che si può fare dentro casa, in uno spazio piccolissimo.

Pensa che una nostra corsista (sì, abbiamo un corso di formazione per coltivare e vendere microgreens) coltiva dentro la sua camera. In 2 mq di spazio

Da questo derivano un’infinità di vantaggi che solo la coltivazione dei microgreens può darti. 

Vediamoli tutti 

Vantaggi di coltivare microgreens

Alcuni vantaggi di certo già li conoscerai e probabilmente sono quelli che hanno catturato la tua attenzione, ma vediamoli tutti.

  • Crescono in 7 – 14 giorni: abbiamo detto che sono le piantine allo stadio prematuro della loro crescita, va da sé che non ci vorrà molto prima che il seme si trasformi in germoglio e poi in microgreens. 


Che tu voglia avviare un business o coltivare micro ortaggi per la tua famiglia, nel giro di 1 o 2 settimane avresti già il prodotto pronto. 

  • Si coltivano i 1 mq di spazio: non servono terreni, orti, balconi o terrazzi, basta un angolo di casa per installare delle scaffalature e il tuo progetto può prendere vita. 


Chi non ha 1 mq di spazio in casa? 

  • Hanno potere nutritivo dalle 4 alle 40 volte superiore alla pianta adulta: sono l’alimento perfetto per sportivi, salutisti, vegetariani, vegani, crudisti e anche per chi ha piccole problematiche. 
  • Sono curativi: ci ricolleghiamo al punto sopra. I microgreens sono ricchi di vitamina K, A, C, B2; sono ricchi di fosforo, calcio e ferro. Hanno proprietà antitumorali, antiossidanti, diuretiche, digestive, antinfluenzali e molte molte altre. Ecco perché sono dei superfood.
  • Sono sostenibili: grazie al loro brevissimo ciclo di vita, consumano il 90% in meno di acqua. In più non richiedono pratiche agricole distruttive, come aratura, fresatura e vangatura del terreno. Sono amici della conservazione dei suoli.
  • Chiunque può coltivarli: sei anziano, sei giovane, non puoi fare sforzo fisico, non hai troppo tempo, hai un altro lavoro. Qualunque sia la tua situazione puoi coltivare microgreens, perché non richiedono sforzo, particolari conoscenze pregresse, tempo e grandi investimenti. 
  • Sono buoni: può sembrare un vantaggio da poco, ma a chi non piace mangiare cose più cariche di sapore? Ricordi la concentrazione di sostanze nutritive che hanno? Ecco, vale lo stesso per il gusto. Hanno un’esplosione di gusto 40 volte superiore agli ortaggi normali. 
  • Sono economici: perfetti per tutti coloro che vogliono avviare un business agricolo ma non hanno troppo denaro da investire. Con circa 600€ avvi l’intera produzione
  • Sono redditizi: le vaschette di microgreens si vendono a circa 8€ l’una e in 1 mq di spazio ci vanno 96 vaschette. Se ogni mese fai 2 cicli di coltivazione, avrai 192 vaschette al mese, che vendute a 8€ l’una ti danno un ricavo di 1.536€ al mese


Ora, questi sono calcoli per darti un’idea, ma a questo articolo ti spieghiamo bene costi e guadagni dei microgreens.

Sono così tanti i vantaggi che potremmo averne dimenticato qualcuno, ma questi sono già sufficienti per ritenerli una coltivazione da non ignorare, non trovi? 

Ma come si coltivano? Continua a leggere

Come coltivare microgreens

Come già anticipato, coltivare micro ortaggi è molto semplice, richiede poco sforzo, tempo e cure.

Anche i materiali necessari sono davvero pochi. Per una coltivazione di 1 mq ti serviranno: 

  • 2 rack (scaffali) con 8 ripiani totali che puoi facilmente trovare online o persino costruire da solo a costo zero.
  • Luci a led: Queste luci dovrai metterle fra i ripiani dei rack in modo che illuminino i microgreens all’occorrenza. Potrai anche inserire il timer di accensione per rendere il tutto più automatico possibile e funzionante anche in tua assenza. 
  • Substrato di coltivazione fatto da fibra di cocco, compost e humus 
  • Semi biologici di varie tipologie: esistono oltre 70 specie di microgreens coltivabili.
  • Vaschette o bicchieri di plastica alti: attenzione, noi ti consigliamo delle vaschette progettate da un nostro corsista ideali per coltivare microgreens. Possono accogliere più substrato che rende più facile la coltivazione e aumenta le probabilità di successo.


Dato il maggiore spazio e più nutrimento, i microgreens potranno vivere più a lungo (anche una volta venduti al cliente).

Inoltre, è stato studiato uno spazio apposito tra il fondo e la parte forata, in modo da garantire il giusto passaggio d’aria a semi e radici ed evitare ristagni d’acqua e l’insorgere di muffe.

  • Acqua: ne serve davvero poca, per irrigarli un po’ negli stadi iniziali. In realtà, se crei il substrato come ti abbiamo detto è possibile che ne serva quasi zero di acqua.


Attenzione a questo fattore: la stanza dove coltivi è importante che abbia una temperatura tra i 10 e i 15 gradi. Una situazione che si trova facilmente in tutte le case. 

Il primo passo per coltivare è creare un substrato fatto da compost o humus di lombrico.

Noi ti consigliamo questa composizione e non il terriccio comune, perché solo in questo modo si possono ottenere dei microgreens di qualità, durevoli e dal sapore intenso.

Dopodichè dovrai distribuire i semi. Noi usiamo un seminatore per spargerli in modo omogeneo e nella giusta quantità.

Una volta seminato, dovrai lasciare le vaschette al buio per qualche giorno (il tempo dipende dal microgreen) fino allo spuntare dei primi germogli.

Poi dovrai solo accendere le luci e dare l’acqua in base alla necessità di ciascuna pianta. Aspettare che spuntino i cotiledoni (le foglioline) e il gioco è fatto!

Dopo 7 – 14 giorni hai i tuoi microgreens pronti per essere mangiati o venduti. 

Credi a noi che li coltiviamo; sono tra i business agricoli più semplici e sostenibili al mondo, nonché sempre più ricercati e redditizi.

Se stai pensando di avviare un tuo allevamento, non perdere troppo tempo. Oggi è ancora semplice scalare i mercati, ma è questione di tempo che si saturi anche questo settore.

Microgreens – Link correlati

Dubbi o domande?

Prenota subito una Consulenza Gratuita con uno dei nostri esperti cliccando sul bottone o chiama il numero verde gratuito 800.150.010

Leggi altri articoli...